« c'è un limite a tutto! | Principale | las simples cosas »

martedì, 10 marzo 2015

Commenti

manu

oh!

kovalski

amoti, manu
:-*

manu

kovalski, i veri amici sono gli anziani insieme. :-D
albafucens, è incredibile come saramago ne sappia sempre di più. persino sulle nostre solitudini. (grazie.)

albafucens

leggendo... mi viene in mente una frase di Josè Saramago

La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi, la solitudine non è un albero in mezzo a una pianura dove ci sia solo lui, è la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra la foglia e la radice.

kovalski

lo sapevo che avresti colto
;-)

manu

alessio, ho letto il commento di un ragazzo americano sotto qualcosa scritto da shteyngart e il commento diceva, più o meno, ha l'aria di un libro che potrebbe piacermi scritto da uno con cui non vorrei mai trovarmi a una festa. solite frasi da insicuri, sì. ma ho pensato che io, invece, ci andrei a una festa con shteyngart e di corsa. e così mi è tornata in mente questa frase sui solitari e poi quella del titolo... aggiungi che adoro gli orsi! :-D
kovalski, figurati: salverei anche un loser! :-)

kovalski

parafrasando beck, "i'm a loner, babe. so why don't you kill me?"
:-D

alessio

Cara Manu, grazie per aver risposto ai miei commenti. Ma se quello della foto è un orso e se lo scrittore dice di essere un solitario, allora per essere amici tuoi occorre superare sfide terrificanti? Forse ritorno timido e sparisco all'istante!!!

I commenti per questa nota sono chiusi.