« riti di passaggio | Principale | come dal chiuso di una nazione »

giovedì, 10 marzo 2005

Commenti

manu

ti abbraccio anch'io, amica col cappotto. bentornata. :-*

l'amica del cappotto

a leggerle, le cose che ho vissuto anch'io, mi viene voglia di riviverle all'infinito..
un abbraccio, s

tarab

ussa: un po' gatti solo un po' elettrojoyce... ok, parliamo di due dischi diversi... ;-)
stillpoint: sono d'accordo per i due dischi degli elettrojoyce. invece la mia impressione dei testi di "tutto sta per cambiare" è che siano stati scritti soprattutto in funzione fonetica, tranne rarissimi casi.

stillpoint

tarab..ce ne fossero a zonzo di parole così..IMHO

manu

tarab, io devo filippo gatti a stillpoint. da lui medio tutta la mia conoscenza sull'argomento. non so quindi giudicare la qualità del disco in questione. io ho un cd con: kaya, balena, 4nv, aliante, indietro, atman, fermati non guardare, l'evoluzione dei pesci, girasole, gynestra, hhl, mediana, girasole (live), idioti, popolo torna giù, un idiota... :-)

tarab

ussa: sì lo conosco benissimo quel disco di filippo gatti.... hai la capacità di scegliere sempre pezzi di canzoni che "tengo da parte" per postarle anch'io... ;-) .... va anche detto che nel resto del disco però spesso sono davvero "parole a zonzo", purtroppo....

manu

alja, arriva il momento in cui: per un motivo o per un altro non dormi mai. e allora l'insonnia è solo insonnia. :-*

manu

inventatore, appassito no. diciamo rosso bordeaux, a volte: nella fase di ripiegamento. :-) ma ho dentro tutti i rossi...

manu

frieda, sì: le tenevo d'occhio, sai. :-*

alja

insonnia di quelle buone, però- di tante cose dentro che mica si può dormire:)

inventatore

Il tuo rosso ogni tanto sembra vissuto, appassito, luttuoso e risorgente.

frieda

io ho le labbra tagliuzzate da giorni, ormai..

manu

irene, sì: la sto ascoltando anche adesso... tutta colpa di stillpoint! :-P

manu

pigiamino rosso e bianco, mi piacerebbe crederti. però ti abbraccio lo stesso. come se. :-*

manu

stillpoint, raccontami la storia delle ragazze dai capelli rossi. :-) in cambio ti spedisco un chupa-chups alla pesca come quello buonissimo che mi ha regalato fralla.

manu

cristiano, non importa. per me è come per te. quando leggersi non sarà abbastanza per entrambi allora ci incontreremo. :-)

manu

diamonds, ero in giro tra treni e altri contenitori. :-)

manu

chiaraaa, sì. e esperimenti intorno a un bicchiere a parte, sono felice felicissima di ritrovarti qua. :-)

manu

alja, due insonni. :-*

manu

effe, buttare i calici alle spalle appena finito di bere! come ho fatto a non pensarci prima? :-* la musica c'era fino a qualche ora fa: l'ho tolta un attimo per non fare confusione con 4NV. la dimenticanza sacripantica dimenticanza non è. anzi: provvedo subito.
baci fantasiosi.

alja

come minimo, sì:)

manu

omar, non so. se sarebbe danno e dolore, intendo. forse andiamo avanti mangiandoci a vicenda. potevo assumere un cannibale al giorno per farmi insegnare la mia distanza dalle stelle...

manu

alja, possiamo arrivare alla conclusione che: frantumare il vetro e camminarci sopra, come minimo, unisce. :-*

irene

La canzone è veramente ipnotizzante...

Pigiamino Rosso e Bianco

Che poi io l'ho capito chi sei tu: il sole.

stillpoint

valeva la pena d'esserci. almeno per un po'.
..avevi un leccalecca alla pesca e non m'hai detto niente? io vado pazzo per i leccalecca alla pesca. (anche per le ragazze dai capelli rossi..ma è un'altra storia)

cristiano prakash dorigo

lo dicevo anche da fri, che vorrei dare la colpa al tempo che non c'è, alla vita che cooorrreee; ma non è solo per quello.
e allora resta appena un pò di rammarico, per non aver conosciuto le carni che circondano le nostre parole; ma succederà, porca vacca, e allora finiranno le parole, forse. o ce ne saranno tante, forse.
insomma ci conosciamo solo da qui, e talvolta sembra abbastanza; e talaltra no: in questo caso, la seconda che ho scritto.
e se proprio non ce n'è, sarà a pn a settembre.
ciao

diamonds

dove diavolo eri?

chiaraaa

4. dimmi come fare
hai presente quando sei piccola e mordi il bicchiere e ti resta tra i denti quella specie di cilindro vuoto di cristallo e proprio non sai come fare...
Bentornata ManuMà.

Effe

buttiamo i calici alle spalle dopo aver bevuto, e peggio per chi ci sta dietro
Però
Però non vedo e non sento
Non vedo il bannerino di sacripante, ed è un peccato
non nneto in automatico, aprendo il blog, le note che noteggiano.
Me l'ero sempre immaginato così
Non si delude la fantasia

I commenti per questa nota sono chiusi.